giovedì 30 gennaio 2014

A.A.A. Cercasi editori/articolisti/pubblicisti ect ect ect....

Lancio un appello, un grido a chiunque abbia un blog, un quotidiano di informazione on line, un foglio digitale di ribellione. UNIAMOCI noi per primi. Sono disposto a rinunciare al mio sito web, non mi interessa che sopravviva, mi interessa che arrivino le notizie. UNIAMOCI noi per primi, ognuno di noi può portare esperienza, conoscenza, uomini e donne, articolisti, in un unico quotidiano on line dove ognuno degli editori precedenti entra in un consiglio di amministrazione e di direzione. Strutturiamoci, aumentiamo la nostra forza comunicativa. Almeno noi smantelliamo i protagonismi personali, apriamoci all'UNIONE per il bene dei nostri fratelli e sorelle menomati da cecità e sordità, per i nostri figli privati di prospettive, diamogli almeno la parola. Come diceva Borsellino i veri cambiamenti si fanno con la penna. Il mio blog è pronto a morire e rinascere in qualcosa di meglio, in qualcosa di più potente, magari in qualcosa che esce dalla rete e da binario diventi analogico per raggiungere anche chi attaccato alla tradizione che "se lo dice il giornale allora è vero", possa finalmente aprire gli occhi. I sovranisti non riescono ad unirsi e se anche riusciranno la nuova legge elettorale impedirà loro di entrare in parlamento. Almeno gli editori possono provarci. UNIAMOCI in un solo quotidiano. Jak.
https://www.facebook.com/groups/559345324161254/

CE LA DATE UNA MANO?!!